Solo pari tra Gallico C5 e Nuova Rosarnese

gallico c5

Gallico C5 – Nuova Rosanese 1-1

Marcatori: Ionetti (G) – Fazzari (NR)

Finisce con un pari che accontenta solo gli ospiti il big match della ottava giornata di andata tra Gallico c5 e Nuova Rosarnese. Un esito che favorisce sicuramente le inseguitrici visto che la Reggio FC e la Pol. Molochiese, con le vittorie su San Giovannello e Mixreggio, raggiungono ai primi due posti proprio le odierne contendenti. Mister Musolino deve fare a meno di Crucitti infortunato e Branca squalificato ma, la possibilità di scegliere resta ampia e, nel quintetto iniziale, si affida al rientrante Longo tra i pali, Fiumanò a fare da diga difensiva e Crisalli e Buglisi ai lati del redivivo Condello, assente contro la Mix anche lui per infortunio. La gara appare fin da subito bloccata, la Nuova Rosarnese si affida ad un possesso palla lento e sterile che non crea particolari grattacapi alla retroguardia gallicese. Passano 10′ minuti e i locali iniziano a spaventare gli avversari con veloci azioni di prima ma la mira pecca nella fase di conclusione. Allo scoccare del ventesimo minuto Politi fa tremare la traversa Rosarnese con un bel sinistro deviato da Fazzari e, qualche giro di lancetta dopo, è Crisalli con un bolide da fuori a scheggiare il montante. La Nuova Rosarnese non sta a guardare e con rapide ripartenze impegna severamente Longo, il quale si fa trovare pronto in ogni situazione. La prima frazione si conclude a reti bianche ma con tante occasioni da una parte e dall’altra sventate dagli ottimi portieri. Nella ripresa il Gallico c5 riprende subito in mano le redini del match ma la Nuova Rosarnese fa muro e non permette ai locali di imbastire significative trame di gioco. I gallicesi lasciano comunque spazio alle ripartenze dei rosarnesi ma anche da par loro, la mira non è delle migliori. A dieci dal termine, quando la gara sembra già incanalata sullo 0-0, la Nuova Rosarnese buca con Fazzari la retroguardia avversaria, schierata in maniera approssimativa nell’occasione. Mister Musolino gioca subito la carta del portiere di movimento per non compromettere le sorti della gara e dell’intero campionato. I frutti del nuovo assetto tattico vengono raccolti immediatamente con il raggiungimento del pari quando mancano 300 secondi alla fine, è Ionetti con un gran sinistro da fuori a trovare l’angolo giusto per battere l’estremo difensore rosarnese. Non c’è più tempo per altri sussulti, finisce con un punteggio che riapre completamente il campionato essendoci adesso 4/5 squadre raccolte tutte nello stretto spazio di un punto.

Ernesto Branca (Addetto Stampa Gallico C5).