Gallico C5: tre punti d’oro nel derby con l’Aurora, Crisalli decisivo nel finale!

gallico c5 07-02-15

Gallico Calcio a 5 – PSG Aurora Gallico 4-3

Marcatori: Crisalli 2, Condello, Branca (Ga) –  Melauah 2, A. Modafferi (AG)

Die Hard! Se si potesse utilizzare un titolo di un film per descrivere il Gallico c5 del presidente Tramontana, la pellicola di John Mctiernan sarebbe quella ideale per parlare di una squadra che ha l’orgoglio, nel derby, di trasformare, negli ultimi 4 minuti del match, una pesante sconfitta casalinga in un trionfo vero e proprio. I panni di Bruce Willis li veste il capitano Demetrio Crisalli che sul gong lascia partire una sassata sotto l’incrocio su cui Arrigo non può nulla, facendo esplodere di gioia i compagni per la conquista di tre punti che ormai sembravano svaniti. Rosa rimaneggiata per mister Musolino che deve fare a meno di Politi e Caristi, entrambi usciti acciaccati dalla trasferta di Catona, e di Buglisi alle prese con l’influenza; per questi inconvenienti in distinta vanno tre portieri, davvero un inedito per questo campionato. Il trainer dei locali si affida ad uno starting five ben collaudato con Longo tra i pali, Fiumanò a fare da diga e capitan Crisalli e Ionetti a supporto di Condello. I primi scampoli di gara vedono le due squadre molto bloccate, guardinghe e per niente arrembanti a causa dell’alta posta in palio. Il Gallico c5 manovra la sfera e l’Aurora attende pronta a ripartire, ma nei primi dieci minuti non si registrano particolari emozioni. A scuotere il torpore iniziale ci pensa capitan Crisalli che, al volo, dopo un rimpallo in area giallo-nera, trafigge Arrigo con un rasoterra che si spegne all’angolino. I locali non si fidano e continuano a macinare gioco per ampliare il divario con gli avversari ma, l’ennesima distrazione difensiva su corner, costa a Ionetti e compagni il pareggio firmato da Melaouh. Prima del duplice fischio del sig. Cugliandro c’è tempo per altre due occasioni a favore dei rosso-blu ma, prima Branca e, poi Fiumanò non riescono a far male. La ripresa parte malissimo per la capolista che dopo due minuti si trova sotto nel punteggio, è Modafferi a sfruttare un errato disimpegno di Tramontana e a bucare l’incolpevole Longo. Il Gallico c5 accusa il colpo e nel giro di 5 minuti rischia di capitolare altre due volte, ma la mira degli attaccanti giallo-neri non è delle migliori. Riaccesa la luce, i locali tornano a spingere e confezionano un pareggio da applausi, Branca fa velo per Ionetti, il numero 5 gallicese elude con un bel gioco di gambe l’uscita bassa di Arrigo e restituisce al centro per Branca che non deve far altro che mettere dentro il più classico dei gol dell’ex. Ristabilita la parità mister Musolino tenta il tutto per tutto per conquistare i tre punti e si affida a Fiumanò come portiere di mDemetrio Crisalli del gallico c5 14-03-15ovimento, ma il numero dei falli cresce a dismisura fino ad arrivare a 6. Tiro libero per gli ospiti e doppietta per Melaouh che spiazza Longo e riporta avanti i suoi. Mancano 4 minuti al termine e tutto sembra perduto, primato e imbattibilità. Ma il Gallico c5 è duro a morire e, come a Molochio, come con la Mixreggio, come con la Rosarnese, tira fuori gli artigli e si getta a testa bassa alla ricerca del risultato. Coach Musolino ordina nuovamente a Fiumanò di vestire la casacca del portiere di movimento e, questa volta, la trama di gioco è quella giusta, Ionetti, Fiumanò, Branca, Condello e 3-3. Ma non è finita, mancano 120 secondi alla fine, angolo per i locali, la sfera arriva a Crisalli (foto a dx) che scaglia un fendente che i presenti vedono solo quando la sfera lambisce la rete. Esplodono tutti, esplode la panchina ed esplodono i pochi presenti. Arrigo viene espulso per proteste, l’Aurora chiude in 4 lasciando la possibilità a Branca di firmare la quinta rete ma il lob del numero 30 rosso-blu esce di un niente. Al triplice fischio finale è un tourbillon di emozioni, grande festa in casa della capolista, amara delusione in casa avversaria. Quattordicesimo risultato utile consecutivo, miglior difesa e assalto delle inseguitrici respinto, niente di meglio per guardare ai prossimi impegni con determinazione e fame di vincere.

Ernesto Branca (Addetto Stampa Gallico C5).