Aurora Gallico, vittoria con il Piminoro. Ma che fatica…

aurora gallico - piminoro 22-02-15

PSG Aurora Gallico – As Piminoro 9-8

Marcatori: 0’22’’ pt Cartisano (PGS), 1’ pt De Masi (PIM), 7’ pt Barillaro D. (PIM), 11’ pt Megali (PGS), 13’ pt Modafferi G. (PGS), 21’ pt Porcaro (PIM), 24’ pt De Giovanni (PGS), 26’ pt Ditto (PGS), 27’ pt Megali (PGS); 12’ st Porcaro (PIM), 19’ st Barillaro D. (PIM), 20’ st Modafferi Ant. (PGS), 23’07’’ st Barillaro V. (PIM), 23’50’’ st Iannò (PGS), 24’ st Modafferi Ant. (PGS), 27’ st Porcaro (PIM), 28’ st Martino (PIM)

PGS AURORA GALLICO: Verduci, Cartisano, Chirico, De Giovanni, Ditto, Iannò, Megali, Melaouah, Modafferi Ant., Modafferi G., Tramontana, Arrigo. All.: Branca

PIMINORO: Molluso, Monteleone, Martino, De Masi, Barillaro V., Barillaro D., Porcaro. All.: Barillaro

GALLICO DI REGGIO CALABRIA – Vittoria sofferta per i padroni di casa, grazie ad un Piminoro coriaceo che è rimasto sempre in partita e ad un’Aurora Gallico a tratti svogliata incapace di chiudere l’incontro. Mister Branca si affida a Verduci in porta, Giuseppe Modafferi ultimo, esterni Megali e Melaouah, e Cartisano avanzato, quest’ultimo con la fascia al braccio. Ed è proprio il capitano di giornata a portare in vantaggio i gialloneri con un pregevole tap-in dopo appena ventidue secondi di gioco. La formazione gallicese, forse troppo sicura di avere vita facile, lascia il gioco nelle mani del Piminoro che con rapide ripartenze ribalta il risultato in pochi minuti grazie alle reti di De Masi e Vincenzo Barillaro. Lo svantaggio dà la sveglia alla formazione di casa che inizia finalmente a giocare a futsal con veloci triangolazioni: Megali e Modafferi ribaltano nuovamente il risultato e fissano il parziale sul 3-2. L’Aurora, nonostante il vantaggio, dimostra di non essere la solita squadra ordinata e concentrata, e subisce gli attacchi della formazione biancoazzurra fermata solo da Verduci, reattivo tra i pali e nelle uscite. Nulla può, però, il portiere giallonero sul tiro da pochi metri di Porcaro. Sul 3-3 mister Branca decide di affidarsi alla linea “green”: getta nella mischia De Giovanni e fa debuttare il giovane Ditto (classe ’95). Entrambi dimostrano di saperci fare ed in pochi minuti, con un gol a testa, portano l’Aurora sul 5-3. Prima della fine del primo tempo, Megali allunga lo scarto fissando il punteggio sul 6-3 con uno splendido tiro che si infila sotto la traversa.

Il secondo tempo segue il copione di inizio partita: un’Aurora lenta, svagata, priva di mordente lascia il pallino del gioco nelle mani degli ospiti, bravi a riaprire la partita con i gol di Barillaro e Porcaro. Sul 6-5 mister Branca, visibilmente irritato per la prova dei suoi, chiama il time-out per spezzare il crescente ritmo agli avversari e per cambiare tre quarti della formazione. E sono proprio i nuovi entrati Ditto, De Giovanni ed Antonino Modafferi a riportare l’Aurora a distanza di sicurezza. Sul 7-5 il Piminoro comprende che può tentare l’impresa di giornata perché l’Aurora è incapace di gestire il vantaggio. Gli ospiti si gettano in attacco trovando il 7-6 con Barillaro e sfiorando il pareggio. L’Aurora approfitta degli spazi concessi dagli avversari per gonfiare due volte la rete con un eurogol di Iannò (tiro in diagonale all’incrocio dei pali) e con una veloce ripartenza del duo Francesco Iannò – Antonino Modafferi, conclusa in gol da quest’ultimo. L’Aurora ancora una volta si siede sugli allori ed il Piminoro regala ai tifosi di casa un finale thrilling: prima trova il 9-7 con Porcaro e poi antonio_arrigo_dirigente_aurora_gallicoil 9-8 con Martino quando mancano due minuti alla fine della partita. Gli ultimi due giri di lancette vedono gli uomini di casa gestire il possesso della palla con sofferenza ed il fischio finale dell’arbitro Dromi viene accolto come una liberazione. Vittoria sì, ma che fatica…

COMMENTI. «Abbiamo faticato più del previsto – ha dichiarato al temine dell’incontro il vicepresidente dell’Aurora Gallico, Antonio Arrigo (foto a dx) – probabilmente perché abbiamo preso sotto gamba la gara. Questo errore ci serva da lezione: non bisogna mai sottovalutare l’avversario anche se si trova in fondo alla classifica. Archiviata la vittoria, posso dire che stiamo disputando un buon campionato. Continueremo a giocare partita per partita, senza fare calcoli. Dove arriveremo lo vedremo a fine campionato».

Ufficio stampa A.S.D. PGS Aurora Gallico